La rubrica della salute a colori: Verde Amazzonia

Di Elena Depaoli

***

Una primavera “strana”, silenziosa e quieta come una giornata d’inverno in cui cade la neve.

Fuori, però, vediamo spuntare le gemme sugli alberi e fiorire i primi bulbi, fanno capolino le prime margherite che riusciamo ad intravvedere sui prati dei giardini condominiali, affacciati alle finestre di casa nostra.

E sì, perchè è da qui che oggi osserviamo la natura seguire il proprio corso, noncurante ciò che sta accadendo all’umanità, fedele alle sue regole immutabili nel tempo.

L’uomo, invece, ha deciso da tempo di redifinirle, costruendo un mondo parallelo, un mondo tecnologico, un mondo che non segue i ritmi naturali, piuttosto teso a scardinarle che a conservarle.

Gli effetti li stiamo vedendo: ora siamo noi a restare muti di fronte a tale sgarbo, siamo noi a non avere più mezzi né parole per difenderci… ora siamo inermi ed in silenzio ad osservare ciò che la natura è in grado di fare, natura matrigna quando occorre esserlo e natura benigna quando ci accoglie amorevolmente.

Fatta questa premessa, vorrei parlarvi in questa puntata dedicata al Verde Amazzonia di alcune piante che, fin dall’antichità, vengono utilizzate con scopi terapeutici fra cui quello antivirale.

Chiaro è che non possano contrastare il dilagare di un virus importante come quello che, nostro malgrado, stiamo imparando a conoscere in questo periodo, ma possono venirci in aiuto per affezioni usuali ma meno impegnative.

 

Olio di Neem

 

 

Estratto dalle foglie e dai frutti di una pianta originaria dell’India e della Birmania, questo olio è legato alla medicina Ayurvedica e tradizionale indiana.

Nell’antichità l’olio di Neem, ma anche le foglie ed i ramoscelli venivano impiegati per preparare un kit di pronto soccorso per la cura di ogni malattia.

Ogni parte della pianta contiene un composto chiamato “azadiractina”, che conferisce al Neem proprietà antibatteriche, antifungine e antiparassitarie, nonchè antivirali per contrastare il comune Herpes.

Rafforza moltissimo il sistema immunitario.

Trova impiego anche nei prodotti per la pulizia domestica, contro acari e parassiti vari.

Protegge la pelle, avendo un effetto antiaging, ma anche anche antibatterico, per i brufoli e antifungino.

Aiuta a mantenere la salute del cuoio capelluto, contrstando la formazione della forfora e favorendo la crescita dei capelli.

Dona lucentezza e ammorbidisce i capelli.

Utilissimo per eliminare i pidocchi.

Utilissimo per disinfettare il cavo orale e mantenere le gengive in buona salute.

In medicina è utilizzato per i farmaci che curano: diabete, artrite, malattie del sangue, problemi digestivi.

Usato anche per la produzione di pesticidi, fungicidi e germicidi in ambito agricolo.

Per gli animali domestici può essere utilizzato per combattere parassiti del pelo.

È un forte anti zanzare.

Perfetto da aggiungere ai prodotti per pulire tappeti di cassa e affini, come antiacaro.

Infine, può essere spruzzato su foglie e radici delle piante per nutrirle e liberarle da parassiti.

 

Aloe

 

 

L’attività antivirale dell’Aloe è stata studiata a lungo e su diversi virus.

Ci sono studi specifici su Herpes Simplex e su H1N1 virus dell’influenza di tipo A.

Interessante è anche l’uso dell’Aloe contro il virus dell’HIV.

L’Aloe ha, come altre piante medicinali, la capacità di aumentare il rilascio degli interferoni, che sono una famiglia di proteine prodotte dal sistema immunitario, da cellule tissutali quando si è in presenza di agenti esterni come virus, batteri, parassiti ma anche cellule tumorali.

Gli interferoni sono in grado di inibire la replicazione di un virus, impediscono la diffusione in altre cellule e rafforzano il sistema immunitario, bloccano la proliferazione di cellule mutagene.

Il virus lavora impedendo il rilascio dell’interferone per avere così strada libera.

L’Aloe può essere assunta come gel da bere nelle dosi suggerite dai produttori.

Ovviamente avere un sistema immunitario efficiente significa avere maggiori strumenti e capacità per prevenire disturbi e malattie ed in un momento storico come quello che stiamo attraversando, può fare veramente la differenza.

Qui ho voluto citare solo alcune piante con potente richiamo al sistema immunitario e alle proprietà antinfiammatorie, in quanto evocatrici del verde di cui parliamo questo mese, ma potrei stilare un lungo elenco.

Mi piace ricordare:

- Propoli

- Camu Camu

- Sambuco

- Rosa Canina

- Boswelia

- Prunella Vulgaris

E molte altre…

Resto a disposizione per approfondimenti di qualunque natura sugli argomenti qui solo citati sommariamente.

Seguite le regole della natura e… tutto andrà bene!

 

Buona salute colorata a tutti!

Elena Depaoli

Sono Elena Depaoli, fondatrice di The Joyness, un movimento che promuove la cura di sé e il recupero del proprio equilibrio psicofisico attraverso la uno stile di vita sano ed una piena consapevolezza delle proprie potenzialità.

Da anni mi occupo di creazione e formazione di reti commerciali nel settore health e wellness.

 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *