Blu New York: stile autentico

Di Elena Colombo

***

“Il Blue è la porta di accesso all’infinito

(E. Colombo)

 

Ogni volta che scegli il blu per vestirti, sappi che non stai semplicemente indossando qualcosa, ma ti stai immergendo con tutta te stessa nelle emozioni, pronta per intraprendere un viaggio nel sentire.

Scegliere il blu è come posizionarsi sulla linea dell’orizzonte e surfare la via dell’infinito, unione armonica del profondo del mare e dell’altezza del cielo.

Il blu regala un senso di equilibrio, perché unisce invece che separare, accoglie prima di capire, risponde anziché reagire e porta riflessione, introspezione e capacità di stare.

L’infinito contenuto nel blu si manifesta anche nella sua scala cromatica, che è una delle più ricche e variegate che si possano immaginare: classico e profondo navy, ispirazione oltremare, leggero acqua marina, creativo blu copiativo, movimentato electric blue, spensierato azzurro cielo.

Ognuno può declinare il blu nella propria vita, optando per varianti e ispirazioni davvero infinite.

Il blu fa della lentezza fluida il suo ritmo naturale e favorisce relazioni di simmetria, all’insegna di una comunicazione intima, prima con sé stessi, poi con il mondo esterno e quindi autentica.

Proprio in un momento in cui viviamo un mondo che chiede di essere continuamente connessi alla massima velocità e proiettati all’esterno, la scelta di Pantone che decreta il Classic Blue colore dell'anno 2020, suona come un invito a rallentare, inaugurando una danza centripeta che riporta nel profondo di noi stessi, per tornare ad ascoltarci nella calma e a riappropriarci di un femminile più autentico e accogliente.

Forse questo ci dice che il blu è il colore di chi sa ancora guardarsi dentro e che il mondo ha un grande bisogno di blu.

 

Ricette di abbinamento e felicitàcome usare il blu New York nell’abbigliamento

 

Esposizione:

Dalla mattina alla notte inoltrata, accoglie la luce e sa contemplare la notte.

 

Dress Code quotidiani:

Padre classico di tutti i Dress Code della vita aziendale, non si scompone in nessuna situazione e familiarizza con qualsiasi abbinamento.

 

 

I suoi migliori amici:

Quando dico che il blu sa accogliere, intendo dire che è un amico fidato per tutti i colori e qualsivoglia abbinamento è un’unione serena.

Un accostamento per me superlativo è con l’ottone degli accessori che compongono l’outfit.

L’unico limite di abbinamento cromatico lo intravedo per l’accostamento di blu e marrone, a meno che per tonalità brown si intendano un bronzo scultoreo, il pregiato testa di moro o l’intramontabile cammello.

 

 

Virtù:

Analogo al nero, apporta però maggiore morbidezza ai lineamenti e movimento all’immagine, dipinge un’allure più fresca e alleggerita, racconta di mistero senza incutere paura.

Il blu manifesta un’eleganza senza rigidità, regala ordine senza mortificare, porta emozione senza risultare stucchevole.

 

 

Vizi e controindicazioni:

Se desideri abbinare nero e blu presta attenzione all’effetto scuro e freddo che si può generare.

Il consiglio è di scegliere gradazioni di cromie che non ricordino fedi calcistiche e di scegliere tessuti con texture e luminosità differenti (Yves Saint Laurent docet).

Se hai domande, curiosità o vuoi raccontarmi la tua storia con il blu lascia un commento e condivideremo il tuo modo di vivere questo colore.

 

Al prossimo post colorato!

Elena Colombo

Sono Elena, mi occupo di consulenza di immagine e formazione aziendale. Accompagno i clienti a costruire un’immagine parlante, per raccontare a prima vista chi sono e cosa li caratterizza, attraverso l’uso consapevole di abbigliamento, colori, forme, materiali, comunicazione verbale e non verbale.

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.