La rubrica della salute a colori: arancio

Di Elena Depaoli

***

L’estate è ufficialmente cominciata, portando con sé tanto caldo e tanto colore: la natura è sbocciata, regalandoci tutta la gamma di profumi, essenze e sfumature che sfiorano e accarezzano i nostri sensi.

Primo fra questi la vista che, in questo periodo è pervasa da mix cromatici che incantano e ci evocano sensazioni di energia, forza e vitalità!

In questo articolo parleremo proprio dei cibi che sono associati al colore arancio, che meglio di qualunque altro colore connota i prodotti della natura tipici di questa stagione.

Portiamo in tavola i cibi di color “arancio”

Fra questi citiamo: arancia, pesca, albicocca, nespola, pompelmo, nettarina, peperone, melone, limone, carota, kaki, clementina, mandarino, papaya, zucca, mango.

Questi cibi sono una ricca fonte di beta-carotene, che possiede una grande azione antiossidante e provitaminica, grazie a cui protegge le cellule dai danni causati dai radicali liberi.

Il beta-carotene è il precursore della vitamina A, che partecipa alla crescita e al mantenimento dei tessuti, inoltre interviene nella funzione immunitaria e nella vista.

Il beta-carotene viene assorbito con i grassi presenti nella dieta: ecco perché è importante avere sempre un buon apporto di omega 3 attraverso l’alimentazione.

Un’altra famiglia di composti che caratterizza questi alimenti è quella dei flavonoidi, la cui azione è esplicitata soprattutto a livello intestinale, ostacolando la formazione di radicali liberi.

Da non dimenticare la Vitamina C, utile per la biosintesi del collagene oltre che per innalzare le difese immunitarie.

La vitamina C interviene anche nella cicatrizzazione delle ferite e per favorire l’assorbimento del Ferro contenuto nei vegetali.

 

Le spezie “arancio”

In questo articolo mi piace fare una rapida digressione sulle spezie arancioni che contestualmente al bel cromatismo che regalano ai nostri piatti, offrono benefici importanti per la nostra salute.

Le spezie sono sostanze aromatiche di origine vegetale utilizzate in ambito culinario, cosmetico, medico e anche religioso. La maggior parte delle spezie derivano dall’India e venivano utilizzate come merce di scambio commerciale già all’epoca di Colombo. Gli antichi Egizi, però, le utilizzavano già per cucinare, per curarsi e per colorare.

Fra queste voglio citare:

  1. Curcuma: si tratta di una radice con buccia grigia e polpa di forte color arancio. Famosa per le sue proprietà antinfiammatorie, antitumorali e antiossidanti. In India, mescolata con acqua e gesso, viene applicata sulla pelle per lenire infezioni e scottature. Rafforza il sistema immunitario.
  2. Curry: è in realtà una miscela di spezie essiccate e macinate fra cui cardamomo, cannella, curcuma, pepe, peperoncino ed ha un colore arancio intenso. Oltre ad insaporire i piatti, possiede ovviamente tutte le qualità appartenenti alle singole spezie che lo compongono.
  3. Zafferano: dal colore arancio intenso, questa spezia aiuta a ridurre stanchezza e stress, è un antidepressivo naturale. Accelera il metabolismo, favorisce la digestione abbassa la pressione sanguigna. È anche un potente antinfiammatorio naturale.

 

Insomma, l’arancio rappresenta il colore dell’estate e dell’energia vitale e i cibi color arancio diventano potenti alleati per la nostra salute!

E poi ricordate: per avere una super abbronzatura è importante fare il carico di beta-carotene e di omega 3… provare per credere 😉

Buona salute colorata a tutti!

Elena Depaoli

Sono Elena Depaoli, fondatrice di The Joyness, un movimento che promuove la cura di sé e il recupero del proprio equilibrio psicofisico attraverso la uno stile di vita sano ed una piena consapevolezza delle proprie potenzialità.

Da anni mi occupo di creazione e formazione di reti commerciali nel settore health e wellness.

 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.