La rubrica della salute a colori: blu

Di Elena Depaoli

***

Il mese di febbraio è dedicato al colore Blu che ci evoca immediatamente il colore dell’acqua pura e del cielo quando è terso, privo di foschia e nubi.

Ed è proprio dell’acqua che tratterò in questa puntata della mia rubrica.

Superfluo ricordare che l’acqua è vita e che in essa siamo immersi prima di venire alla luce: il liquido amniotico è per la maggior parte costituito da acqua, cosi come il nostro corpo, circa 2/3 del nostro peso corporeo è occupato da liquidi.

Di fatto, l’acqua è considerato il secondo elemento più importante ed indispensabile per la vita dopo l’ossigeno.

L’85% del nostro cervello è composto da acqua.

Il 22% delle nostra ossa è formato da acqua.

Circa l’83% del sangue è acqua.

Circa il 75% dei nostri muscoli è formato da acqua.

Questi dati ci possono bastare per comprendere quanto l’acqua sia elemento essenziale.

Vediamo più nel dettaglio i suoi benefici.

 

 

 

I benefici dell’acqua

- Contribuisce alla perdita di peso: aiuta a donare un senso di sazietà e contribuisce al buon funzionamento del metabolismo cellulare, che è coinvolto in prima misura alla perdita di peso.

- Aiuta la funzione renale: diluisce i sali ed i minerali con cui il corpo forma i sassolini che danno origine ai calcoli.

- Fa bene al cervello: tutte le funzioni cerebrali sono governate da meccanismi elettrici che possono essere messi in atto dalle cellule solo in presenza di acqua. Ecco perché anche il cervello trae giovamento dall’assunzione di acqua.

- Aiuta la salute del cuore: il fatto che il sangue sia correttamente diluito con acqua fa si che le patologie cardiache siano tenute sotto controllo, evitando trombi e affini.

- Migliora la digestione e aiuta la stitichezza: il cibo diluito con acqua transita più velocemente nel tratto intestinale, evitando ristagni e putrefazione. Anche l’acidità di stomaco può essere diminuita con il giusto apporto idrico, perchè l’acido cloridrico risulta meno concentrato.

- Diminuisce la stanchezza: un corpo disidratato è un corpo affaticato. Il sangue diluito con acqua trasporta ossigeno alle cellule in maniera più efficace, facendo diminuire il senso di spossatezza.

- Regola la temperatura corporea: sudando, il corpo si raffredda. Idratando il corpo, mantieni il giusto bilanciamento termico.

 

È giusto ricordare che bisogna scegliere la giusta acqua da bere!

 

Tutte le acque sono composte da 2 atomi di idrogeno ed 1 di ossigeno, ma al loro interno troviamo anche altri composti che conferiscono particolari connotazioni, i minerali.

 

Pertanto, le acque si distinguono in:

- Acque minerali con più di 1500 mg/litro, consigliate per alcune azioni terapeutiche dai medici

- Oligominerali con 50-100 mg/l, stimolano la diuresi ed sono indicate per chi soffre di ipertensione arteriosa

- Pochi minerali con meno di 50 mg/l, ottime per i neonati

 

Questa classificazione viene eseguita calcolando il residuo fisso, un valore che si ottiene portando l’acqua a una temperatura che permette la completa evaporazione del liquido, ma non della parte solida rappresentata da sali minerali.

A seconda della forte presenza di alcuni minerali, come Calcio, Magnesio, Solfo ecc… le acque possono poi essere indicate per diverse categorie di soggetti: neonati, anziani con osteoporosi ecc.

Da ricordare che l’acqua gasata contribuisce a dilatare le pareti dello stomaco e a stimolare le secrezioni dei succhi gastrici.

Pertanto è sconsigliata a chi soffre di gastrite o reflusso.

 

Ultimo, ma non ultimo il packaging da scegliere: meglio scegliere acqua in vetro che in bottiglie di plastica, che possono rilasciare sostanze tossiche derivanti dai polimeri.

 

Quindi, bere tanto sì, ma scegliendo l’acqua migliore per le proprie esigenze e imbottigliata in bottiglie di vetro.

… alla vostra salute… cin cin!

Elena Depaoli

Sono Elena Depaoli, fondatrice di The Joyness, un movimento che promuove la cura di sé e il recupero del proprio equilibrio psicofisico attraverso la uno stile di vita sano ed una piena consapevolezza delle proprie potenzialità.

Da anni mi occupo di creazione e formazione di reti commerciali nel settore health e wellness.

 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.