Monet, segni e libera espressione

 Di Lisa Massei

***

Monet, segni e libera espressione

Segni e simboli

Cercando ispirazione per scrivere questo articolo, sono partita dalla creazione della carta di SoulCollage® che trovi poco più sotto, e sono arrivata, ancora una volta a pensare alla libera espressione.
Poi, ad un certo punto ho pensato che lo stile, innovativo per l’epoca, somigliava a un tracciare segni e cercando su google mi sono imbattuta in questo articolo che paragona, appunto i gesti pittorici dell’artista al linguaggio stenografico.

Entrambi, alla fine sono linguaggi, e, come sostiene un mio amico artista: “l’arte non è altro che un linguaggio” e, aggiungo io, allora tutti possiamo imparare a vivere quel linguaggio.

 

Come puoi imparare un linguaggio che non conosci?

Bella domanda, vero? Prima di tutto osservando. Poi, sospendendo il giudizio, sia di fronte a un’opera d’arte che di fronte alle tue mani. Si, hai capito bene, sospendendo il giudizio fuori, vedrai che sarai anche meno giudicante con te, con le tue mani e la capacità di creare.

Quindi la parola d’ordine è: mettersi in discussione, ma anche divertirsi. Tornare bambini. Rompere gli schemi, come l’arte ci insegna, perché sì, tutti gli artisti che hanno portato verso cambiamenti e nuove correnti sono immancabilmente incorsi in giudizi. Ma come non ringraziarli per averlo fatto?

 

 

Libera espressione

 

Qualche consiglio per sviluppare la libera espressione, vivendo l’arte:

  • Vai al museo, cerca mostre che normalmente non visiteresti. Mettiti davanti a un’opera d’arte e osservala come se fosse la prima cosa al mondo che stai vedendo;
  • Osserva i disegni dei bambini. Osservali mentre disegnano e non intrometterti nel loro processo. Guarda e impara la libera espressione;
  • Osserva i colori, anche quelli che non ti piacciono e prova a fare accostamenti diversi, che normalmente non fai. Anche qui: mettiti in discussione;
  • Onora le tue mani e lasciati guidare dalla loro saggezza. Metti una musica rilassante, prendi carta e penna e porta la linea a giro per il foglio. Colora i ghirigori che hai fatto. Potresti sorprenderti del risultato;
  • Fai un collage e come ho fatto io nella carta SoulCollage® scrivi con la scrittura asemica, ovvero una scrittura libera e senza senso. Qui trovi un approfondimento.

 

 

La mia rubrica: Il mio collage a colori

[In questa mia rubrica, ogni mese ti parlerò di vari argomenti legati al colore e al collage, in particolare usando la tecnica del SoulCollage® di cui puoi leggere maggiori spunti e informazioni sul mio sito (https://www.lisamassei.it)].

Come sempre ti presento la mia carta di SoulCollage® e ti chiedo di osservarla senza esprimere giudizi ma semplicemente di guardarla in silenzio, ricordandoti che è comunque una parte di me, delicata e da “trattare con cura”. Ok?
Se hai dubbi o curiosità sul SoulCollage® puoi contattarmi, sarò felice di risponderti e ti ricordo che lavoro molto con questo metodo e che faccio anche la formazione per imparare a creare il proprio mazzo personale (Formazione SoulCollage® corso base).

 

Libera espressione

Titolo: libera espressione.

 

Sono colei che cerca il verde. Sono colei che ha lunghe radici e non perde speranze. Sono colei che sembra sospesa nel buio, ma sa esattamente dove si trova. Sono colei che si muove con fiducia. Sono colei che sa e crea. Sono libera di essere, di andare e di lasciarmi travolgere dalla vita.

Adesso prova a creare anche tu una carta…

Per farlo ti occorre: un cartoncino di 12,5 x 20 cm forbici e colla. Io ti lascio questa immagine, ma tu puoi trovare uno sfondo che ti piace. Per non usare immagini coperte da copyright ti consiglio di cercare uno sfondo in questi siti (https://www.unsplash.com/ e https://www.pixabay.com/it/) ma se preferisci puoi usare anche ritagli di giornale (che però sono soggetti a copyright) o carte a tinta unita.
Allora… Che carta faresti con questa immagine? Cosa senti quando la guardi?

 

Libera espressione

 

Bonus con palette personalizzata

Se desideri avere una palette personalizzata ispirata alla tua carta, puoi inviare una foto della carta a ciao@michilab.com e Michela ti invierà la tua bellissima palette. Che aspetti?

Lisa-Massei-Arteterapia

Lisa Massei

Mi chiamo Lisa e amo il mio lavoro perché mi mette in discussione e mi fa crescere ogni giorno. L’arteterapia e la creatività mi hanno cambiato la vita, sono una forma di cura per me importantissima. Una base da cui partire o ripartire. Il mio sogno è che arte e creatività possano costellare ogni persona e ogni famiglia. La mia missione è affiancarti in questo cambiamento di benessere quotidiano.

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.